LOGO HOBBY PESCA :: Portale dedicato alla Pesca Sportiva in Mare e in Acque Interne, Settore Agonistico e tutte le Risorse legate al Mare
Italian version
English version
Deutsche version
Francaise version
 Utenti On Line Utenti On line 83   Utenti nel Forum Forum    Utenti in Chat Chat    Annunci nel Mercatino Msg Mercatino 188   Fotografie nell'Album Fotografico Album Photos 1.146   Schede di Pesca in Archivio Schede Pesca 441   Utenti Iscritti al Forum Iscritti Forum 6.347  
  Effettua il Login al Portale HobbyPesca     Registrati al Portale HobbyPesca  
  sabato 25 ottobre 2014      Buon Pomeriggio ! Imposta HobbyPesca come HomePage Imposta come HomePage  Aggiungi questo portale alla lista dei tuoi Preferiti Aggiungi ai Preferiti  Segnala questo portale ad un tuo amico che condivide i tuoi stessi interessi e la passione per la pesca sportiva Segnala Sito ad un Amico    Consulta HobbyPesca in modalità RSS Feed  
  Iscriviti alle News Letter del Portale HobbyPesca - Resta Informato su aggiornamenti e Iniziative     Iscriviti alle News Letter  ISCRIVITI ADESSO!
  Torna alla Home Page  Torna Indietro  tecnica :: tecniche pesca :: articoli :: art10 spinning acqueinterne Aggiungi HobbyPesca ai Tuoi Siti Preferiti  Segnala questa Pagina ad un Tuo Amico  Segnala Errore in questa Pagina 
 
  Novità :: Servizi e Rubriche
  Link Consigliati
L'attrezzatura Made in Italy per la Pesca di Profondità
Negozio di Pesca Sportiva, vasto assortimento ai prezzi più bassi del web!
Annunci Gratuiti Vendita Barche, Motori Nautici, Imbarcazioni e Accessori per la Nautica
Invia Gratis 5 SMS al giorno!
Vari
Altri Link Selezionati!
Leggero, Leggerissimo, Ultraleggero!
Commenta questo Articolo  Vota questo Articolo  Stampa questa Pagina 
Testo di  Gianbattista Scuri
Fotografie di  Gianbattista Scuri
Data Pubblicazione  15/10/2006

E' il peso di certe esche artificiali che si usano in questa tipologia di spinning. Si perché, lo dice il titolo dell'articolo nello spinning ultraleggero sia le canne e i mulinelli, sia il filo che gli artificiali hanno un unico denominatore comune, la leggerezza.

Era la fine degli anni 80 quando ne sentii parlare per la prima volta, chiacchierando con alcuni amici che si dilettavano con la tecnica dello spinning.
Trovai poi su dei mensili da pesca alcuni articoli che mi permisero di approfondire il sistema e di entrarne in merito e devo riconoscere che pur a distanza di anni, la tecnica dell'ultraleggero riscuote in me lo stesso fascino di allora.

Anche adesso, dopo svariati anni di pesca, ogni tanto quando il desiderio si fa sentire, prendo l'attrezzatura adeguata e via a risalire il torrente di turno, con in tasca una manciata di artificiali e nel giubbetto la mia fida e inseparabile digitale, cosi da poter immortalare posti e catture seduta stante.

Così equipaggiato cammino ore senza mai stancarmi, riscoprendo ogni volta il volto vero dello spinning in montagna, fatto di escursioni in solitudine, di lanci mirati e catture sudate ma quanto mai appaganti, essendo per me tutto ciò la vera essenza dello spinning.

Parliamo ora dell'attrezzatura. Di solito la canna da ultraleggero parte da una misura standard di cm. 180 (ma in commercio ce ne sono anche di più corte) per arrivare al massimo ai due metri, tenendo sempre presente la grammatura di pesi lanciabili che può variare da canna a canna pur essendo identiche come lunghezza.

La grammatura ottimale per l'ultraleggero va dai 2 a massimo 5gr e comprende tutta una serie di esche artificiali adatte alla bisogna, essendo strutturate sia come volume corporeo sia come versatilità operativa a questo tipo di pesca.

Naturalmente l'abbinamento del mulinello deve essere mirato e coerente, dando la bilanciatura adatta alla canna in questione, cosi da permettere un utilizzo ottimale dell'attrezzatura.
Difatti se si abbina alla canna un mulinello troppo pesante si rischia di sbilanciarla, svantaggiando la precisione del lancio e la versatilità in pesca.

Per pescare a spinning ultraleggero un buon mulinello dalle caratteristiche di un 1000 oppure un 1500 sono più che sufficienti a soddisfare tutte le necessità che questa tecnica impone ed in commercio le varie case produttrici di articoli da pesca ne propongono di veramente validi e con prezzi per tutte le tasche, ricordandosi che il mulinello è la parte dell'attrezzatura che sopporta il maggior logorio in pesca, e qui vale il motto “chi più spende meno spende”.

Passiamo al filo, altro componente di rilievo dell'attrezzatura. Di solito i mulinelli da ultraleggero hanno bobine che non contengono quantità elevate di filo, specialmente se si sale nel diametro (0.22-0.24) e comunque la tecnica citata richiede fili di diametro proporzionale alle esche che andremo a utilizzare, quindi la fascia dei diametri papabili varia dallo 0.14 allo 0.18 rispettando i canoni ordinari, salendo allo 0.20 in presenza di possibili tane di trote di buona stazza che vorranno degnare di attenzione le nostre esche e vi posso garantire che non c'è niente di più adrenalinico e appagante di avere in canna un esemplare di grossa mole, con un'attrezzatura da ultraleggero, io l'ho provato varie volte ma ancora adesso quando mi capita, sento le pulsazioni aumentare e provo una soddisfazione indescrivibile quando riesco finalmente a portare a riva con la canna piegata all'inverosimile la bella trota di turno.

Anche i trecciati vanno molto bene, a patto di avere canne con i passanti adatti (in S.I.C, in carbonio o in titanio) che siano in grado di sopportare il logorio che questi fili possono apportare con un continuo utilizzo.

Il diametro della treccia va scelto nelle misure minori che sono sicuramente le più adatte per questo tipo di tecnica, perciò un 5-10 libre è l'ideale e dato l'alto carico di rottura e la totale assenza di memoria meccanica, permette ferrate fulminanti anche a lunga distanza e tenuta sul pesce anche in situazioni limite.

Le esche artificiali che compongono la “griglia” di partenza sono le solite che si usano nello spinning, quindi rotanti, ondulanti, e minnows, ma con un peso molto ridotto, ed una lanciabilità tutta da valutare.

Sì, perché lanciare un rotante o un minnow oppure un ondulantino di pochissimi grammi, richiede esperienza e precisione, sia per quanto riguarda il lancio sia per quanto riguarda il controllo nella posa, perché basta un po' di vento per mandare in fumo un buon lancio con conseguente fuga del pesce o con l'incaglio del nostro caro (in tutti i sensi) artificiale su qualche ramo nelle vicinanze.

Consiglio pertanto di allenare la precisione sia nel lancio che nella posa, fino a che non si è raggiunto un ottimo compromesso tra le due cose, cosi da gustare appieno l'essenza di questa tecnica che è molto accattivante.

Qual è la stagione più adatta per questa tecnica? In linea di massima la si può effettuare dall'apertura fino al termine della stagione, ma secondo me (essendo in prevalenza fatta sui salmonidi e in torrente) il periodo migliore va da maggio a tutto settembre, in particolar modo con livelli di acqua bassa tipici della stagione calda e nelle ore serali, ed è in queste condizioni che l'ultraleggero da il meglio di sé con ripetute abboccate anche di esemplari di tutto rispetto, che in condizioni normali non avrebbero forse mai degnato di uno sguardo il nostro mini rotantino.

Ecco perché ne sono affascinato adesso come allora e perché tuttora pur a distanza di anni mi sento di consigliarla anche a voi sicuro che saprete apprezzarla come me e ne otterrete le medesime soddisfazioni.

Scuri Gianbattista
Componente Nazionale Italiana Spinning



Vuoi discutere con altri appassionati di Pesca? Vai sul Forum di HobbyPesca.
Entra a far parte della Community più grande d'Italia, centinaia di persone risponderanno alle tue domande.
Potrai conoscere tanti nuovi amici ed organizzare battute di pesca nella tua regione. Che aspetti! Iscriviti subito!


Copyright © HobbyPesca.com
E' assolutamente vietata la riproduzione, anche parziale, del testo e delle foto presenti in questo articolo, senza il consenso scritto della Redazione e dell'Autore
.

Design, Graphics and Web Site composed 
INGEMATIC Web Management
P.Iva IT 06544030726
I Siti del nostro Network

HobbyPesca.com | HobbyPesca.net | HobbyPescaShop.com
HobbyNautica.it | PescaeRelax.it | TavoleSolunari.com
Copyright © 2002-2014  :: v. release 8.0
Tutti i diritti sono riservati  ::  Riproduzione vietata
Contact Module