LOGO HOBBY PESCA :: Portale dedicato alla Pesca Sportiva in Mare e in Acque Interne, Settore Agonistico e tutte le Risorse legate al Mare
Contenuto non disponibile, Attiva i Cookie di Advertising per visualizzarlo
Contenuto non disponibile
Attiva i Cookie di Advertising
Italian version
English version
Deutsche version
Francaise version
 Utenti On Line Utenti On line 44   Utenti nel Forum Forum    Fotografie nell'Album Fotografico Album Photos 0   Schede di Pesca in Archivio Schede Pesca 0   Utenti Iscritti al Forum Iscritti Forum 6.347  
  lunedì 9 dicembre 2019      Buonasera ! Imposta HobbyPesca come HomePage Imposta come HomePage  Aggiungi questo portale alla lista dei tuoi Preferiti Aggiungi ai Preferiti  Segnala questo portale ad un tuo amico che condivide i tuoi stessi interessi e la passione per la pesca sportiva Segnala Sito ad un Amico 
  Torna alla Home Page  Torna Indietro  tecnica :: tecniche pesca :: articoli :: art1 spinning Aggiungi HobbyPesca ai Tuoi Siti Preferiti  Segnala questa Pagina ad un Tuo Amico  Segnala Errore in questa Pagina 
 
  Novità :: Servizi e Rubriche
  Link Consigliati
Negozio di Pesca Sportiva, vasto assortimento ai prezzi più bassi del web!
Annunci Gratuiti Vendita Barche, Motori Nautici, Imbarcazioni e Accessori per la Nautica
libero
Vari
Altri Link Selezionati!
Spinning in Mare :: un'Analisi Obiettiva
Commenta questo Articolo  Vota questo Articolo  Stampa questa Pagina 
Testo di  Filippo Ricca
Fotografie di  Filippo Ricca
Data Pubblicazione  28/06/2004

Da qualche anno è esplosa la passione dello Spinning in mare. Le riviste di settore pubblicizzano a più non posso questo tipo di pesca ed è sempre più facile avvistare sui moli, e soprattutto vicino alle foci, strani personaggi che si aggirano furtivi con corte canne da lancio. Questi personaggi sono quelli che sono stati contagiati dal "virus" dello spinning.

Qualche anno fa il fatto di presentarsi al mare con un artificiale veniva considerato dagli altri pescatori con estrema ilarità. Oggigiorno non è più così: il numero di persone che praticano lo spinning è notevolmente cresciuto, andando in taluni casi a superare il numero dei pescatori tradizionali. Vediamo in queste poche righe di capire i motivi che hanno portato a questo fenomeno cercando di analizzare pregi e difetti di questa nuova tecnica.

La crescita esponenziale degli amanti dello spinning, che si sta avendo, farebbe pensare ad una tecnica semplice, redditizia e poco costosa: non è così. I motivi di questa tendenza sono forse da ricercare nell'enorme pubblicità cui è soggetto lo spinning (motivi chiaramente commerciali), ad un fatto di moda e non ultimo al fatto che è una tecnica che (almeno in linea teorica) potrebbe far "incocciare" nella grossa preda.

Lo spinning generalmente non è una tecnica redditizia ed è prona a molti capotti. Inoltre per eseguirla in modo corretto bisogna mettere in conto di fare molti lanci e spostarsi molto, talune volte anche su terreni dissestati e scomodi; vedi moli, dighe frangiflutti, foci, etc. Quindi non è adatta a chi ama vedere molte tocche o a chi ama la tranquillità. Inoltre è una pesca costosa: il filo del mulinello va cambiato molto spesso e deve essere di buona qualità, i mulinelli e le canne sono molto sollecitati e quindi usurabili, inoltre gli artificiali costano molto cari (solitamente più di 10 euro l'uno). Perdere un artificiale, soprattutto le prime volte che si pratica questa tecnica, è cosa non difficile, visto che questo tipo di pesca si svolge su fondali misti facendo passare l'artificiale rasente agli scogli.

Lo spinning non è una tecnica semplice e va praticato con costanza. Chi pensa che basti scegliere un artificiale e recuperare per prendere i pesci si sbaglia di grosso. La scelta dell'artificiale (marca, tipo, dimensione e colore) è molto critica. Capire quale è l'artificiale giusto a secondo della specie insidiata, del luogo e del momento è cosa difficile anche per i più esperti. Esistono delle indicazioni generali, ma le cose variano da caso in caso. Anche la strategia di cambiare molto spesso l'artificiale non sempre è quella che paga. Inoltre ogni artificiale va recuperato in modo diverso. Esistono i minnow che vanno recuperati lentamente e quelli velocemente. Poi ci sono i poppers che vanno recuperati a canna bassa in modo velocissimo; inoltre altre tipologie di artificiali vanno recuperati "walking the dog" per non parlare degli artificiali che devono essere recuperati "a zig e zag".

I pregi dello spinning sono diversi: non occorre procurarsi le esche ne mantenerle in vita, non ci si sporca le mani e non occorre portare in spiaggia o sui moli quantità abnormi di materiali da pesca (come accade per il surf-casting). Quattro lanci è possibile farli in ogni momento, quando si ha la mezz'ora libera, senza impegnarsi troppo ma soprattutto se si avverte una tocca, allora molto probabilmente è un pesce con la P maiuscola. E' vero le tocche si hanno con il contagocce, ma solitamente un unico pesce al mese ripaga di tutti gli sforzi.

Il mio consiglio non è quello di lasciare perdere lo spinning, ma quello di valutarlo attentamente, senza farsi troppo influenzare dai giornali e dagli amici. Inoltre se si decide di provare questa tecnica non occorre buttarcisi interamente corpo e anima, spendendo un sacco di soldi in materiali dedicati. E' sufficiente avere tre o quattro artificiali, usare l'attrezzatura già in vostro possesso e dedicarsi a questa tecnica nei momenti opportuni, come alba, tramonto e culmini di alta marea. Inoltre non bisogna scoraggiarsi subito e quando le cose continuano ad andare male un alternativa esiste: si ripongono le esche artificiali e si va due e tre volte a pesca in modo tradizionale, per poi riprovare con lo spinning.
 



Vuoi discutere con altri appassionati di Pesca? Vai sul Forum di HobbyPesca.
Entra a far parte della Community più grande d'Italia, centinaia di persone risponderanno alle tue domande.
Potrai conoscere tanti nuovi amici ed organizzare battute di pesca nella tua regione. Che aspetti! Iscriviti subito!


Copyright © HobbyPesca.com
E' assolutamente vietata la riproduzione, anche parziale, del testo e delle foto presenti in questo articolo, senza il consenso scritto della Redazione e dell'Autore
.

Contenuto non disponibile, Attiva i Cookie di Advertising per visualizzarlo
Contenuto non disponibile
Attiva i Cookie di Advertising
Contenuto non disponibile, Attiva i Cookie di Advertising per visualizzarlo
Contenuto non disponibile
Attiva i Cookie di Advertising
Design, Graphics and Web Site composed 
INGEMATIC Web Management
P.Iva IT 06544030726
I Siti del nostro Network

HobbyPesca.com | HobbyPesca.net | HobbyPescaShop.com
HobbyNautica.it | PescaeRelax.it | TavoleSolunari.com
Copyright © 2002-2019  :: v. release 8.0
Tutti i diritti sono riservati  ::  Riproduzione vietata
Contact Module