LOGO HOBBY PESCA :: Portale dedicato alla Pesca Sportiva in Mare e in Acque Interne, Settore Agonistico e tutte le Risorse legate al Mare
Contenuto non disponibile, Attiva i Cookie di Advertising per visualizzarlo
Contenuto non disponibile
Attiva i Cookie di Advertising
Italian version
English version
Deutsche version
Francaise version
 Utenti On Line Utenti On line 1045   Utenti nel Forum Forum    Fotografie nell'Album Fotografico Album Photos 0   Schede di Pesca in Archivio Schede Pesca 0   Utenti Iscritti al Forum Iscritti Forum 6.347  
  martedì 20 ottobre 2020      Buonasera ! Imposta HobbyPesca come HomePage Imposta come HomePage  Aggiungi questo portale alla lista dei tuoi Preferiti Aggiungi ai Preferiti  Segnala questo portale ad un tuo amico che condivide i tuoi stessi interessi e la passione per la pesca sportiva Segnala Sito ad un Amico 
  Torna alla Home Page  Torna Indietro  tecnica :: tecniche pesca :: articoli :: art1 traina Aggiungi HobbyPesca ai Tuoi Siti Preferiti  Segnala questa Pagina ad un Tuo Amico  Segnala Errore in questa Pagina 
 
  Novità :: Servizi e Rubriche
  Link Consigliati
Negozio di Pesca Sportiva, vasto assortimento ai prezzi più bassi del web!
Annunci Gratuiti Vendita Barche, Motori Nautici, Imbarcazioni e Accessori per la Nautica
libero
Vari
Altri Link Selezionati!
Traina col Vivo
Commenta questo Articolo  Vota questo Articolo  Stampa questa Pagina 
Testo di  Davide Castellano
Fotografie di  Davide Castellano
Data Pubblicazione  20/10/2004

La cosa fondamentale è capire e conoscere nel momento in cui decidiamo di andare a pescare quali sono i pesci esca adatti e presenti in luogo in rapporto alle profondità che si intendono affrontare.
Aguglia, cefalo, occhiata, donzella, calamaro e seppia sono le esche regine.

Personalmente, per una serie di considerazioni supportate dalla percentuale di catture, divido i pesci esca per fasce di profondità e cioè: Aguglia cefalo e occhiata li uso dalla superficie a massimo 15 metri di profondità. Donzella, calamaro e seppia li uso dai 15 metri in poi e vi spiego anche perché.
Ma per quale motivo un dentice o una ricciola dovrebbero in natura vedere una aguglia o un cefalo a 30 metri di profondità? Me lo sono sempre chiesto e il rapporto di catture tra l’utilizzo di Aguglia e Calamaro o seppia a 30 metri di profondità è di 1 a 6 con i dentici e di 3 a 6 con le ricciole. Entro i 15 metri il rapporto è di 4 a 2 e 6 a 3.

Comunque nel periodo che va da giugno a dicembre l’esca viva la fa da padrona sempre e comunque.
Nel periodo della riproduzione invece, per un fatto di difesa della territorialità, gli artificiali funzionano benissimo e vengono aggrediti non solo per pura necessità alimentare.


Nella Foto: Pesce Serra di 3,450 kg

Affrontiamo adesso un argomento a prima vista banale ma non lo è affatto.
Che imbarcazione avete?, a seconda della scia o turbolenza della barca e dell’elica dovete valutare la distanza dell’esca dalla poppa.

In genere più lontano sono le esche meglio è, un altro fattore è la distanza esca piombo guardiano, 30/40 metri vanno bene. Usare il peduncolo del piombo guardiano lungo almeno 1 metro. Questo eviterà all’esca di strofinare sugli scogli e rovinarsi.
Usare sempre il piombo più leggero consentito dalla corrente o dalla profondità, è preferibile filare più lenza che avere il piombo più pesante.

Velocità di traina; da quasi 0 a 2 nodi anche se ho avuto ferrate anche a 3 nodi dipende dall’esca, se la corrente lo consente si può anche spegnere del tutto il motore.
Se si pesca con due canne far passare le esche a due profondità diverse, una sul fondo e una a mezz’acqua che può anche lavorare quasi in superficie.

Percorso; al di là della batimetria scelta passare con le esche tangenzialmente alle mangianze o ai salti batimetrici.

Regolare la frizione del mulinello alla massima sensibilità, la frizione deve reggere solo il peso della lenza del piombo e dell’esca o inserire la lenza con un metro di imbando in un elastico fissato alla canna.
Al primo segnale di toccata, a meno che il pesce non ingoi direttamente l’esca, filare a mano un paio di metri di lenza, portare la frizione sullo strike e poi ferrare decisamente ma senza violenza.


Nella Foto: Pesce Serra di 3,800 kg

Questo tipo di pesca è secondo me il modo più economico di praticare la traina, ho trainato per anni con una barchetta di 3,50 metri e un fuoribordo di 4 cv, ho utilizzato cannette in vtr in due pezzi e mulinelli a tamburo fisso di vecchia fabbricazione e con un pò di esperienza sono riuscito a imbarcare prede di più di 15 kg.

Questo articolo è volutamente sintetico, trovo inutile e improduttivo dilungarsi su accorgimenti che variano da posto a posto di pesca, stato del mare, correnti temperatura dell’acqua etc. lo scopo di questo racconto è di fornire elementi base sul tipo di pesca e di avvicinare quasi tutti a questo fantastico modo di vivere il mare.

Un ultimo consiglio; è inutile pescare con fili eccessivamente sottili, sono pericolosi per le mani e vi posso assicurare che… se il pesce ha deciso di mangiare è solo perché vede l’esca viva e in difficoltà.

Nel prossimo articolo Vi spiegherò perché il pesce predatore, tra tanti pesci che può attaccare, sceglierà al 90% dei casi di attaccare il pesce esca.
 



Vuoi discutere con altri appassionati di Pesca? Vai sul Forum di HobbyPesca.
Entra a far parte della Community più grande d'Italia, centinaia di persone risponderanno alle tue domande.
Potrai conoscere tanti nuovi amici ed organizzare battute di pesca nella tua regione. Che aspetti! Iscriviti subito!


Copyright © HobbyPesca.com
E' assolutamente vietata la riproduzione, anche parziale, del testo e delle foto presenti in questo articolo, senza il consenso scritto della Redazione e dell'Autore
.

Contenuto non disponibile, Attiva i Cookie di Advertising per visualizzarlo
Contenuto non disponibile
Attiva i Cookie di Advertising
Contenuto non disponibile, Attiva i Cookie di Advertising per visualizzarlo
Contenuto non disponibile
Attiva i Cookie di Advertising
Design, Graphics and Web Site composed 
INGEMATIC Web Management
P.Iva IT 06544030726
I Siti del nostro Network

HobbyPesca.com | HobbyPesca.net | HobbyPescaShop.com
HobbyNautica.it | PescaeRelax.it | TavoleSolunari.com
Copyright © 2002-2020  :: v. release 8.0
Tutti i diritti sono riservati  ::  Riproduzione vietata
Contact Module