LOGO HOBBY PESCA :: Portale dedicato alla Pesca Sportiva in Mare e in Acque Interne, Settore Agonistico e tutte le Risorse legate al Mare
Contenuto non disponibile, Attiva i Cookie di Advertising per visualizzarlo
Contenuto non disponibile
Attiva i Cookie di Advertising
Italian version
English version
Deutsche version
Francaise version
 Utenti On Line Utenti On line 67   Utenti nel Forum Forum    Fotografie nell'Album Fotografico Album Photos 0   Schede di Pesca in Archivio Schede Pesca 0   Utenti Iscritti al Forum Iscritti Forum 6.347  
  domenica 8 dicembre 2019      Buongiorno ! Imposta HobbyPesca come HomePage Imposta come HomePage  Aggiungi questo portale alla lista dei tuoi Preferiti Aggiungi ai Preferiti  Segnala questo portale ad un tuo amico che condivide i tuoi stessi interessi e la passione per la pesca sportiva Segnala Sito ad un Amico 
  Torna alla Home Page  Torna Indietro  tecnica :: tecniche pesca :: articoli :: art1 vivo e morto acqueinterne Aggiungi HobbyPesca ai Tuoi Siti Preferiti  Segnala questa Pagina ad un Tuo Amico  Segnala Errore in questa Pagina 
 
  Novità :: Servizi e Rubriche
  Link Consigliati
Negozio di Pesca Sportiva, vasto assortimento ai prezzi più bassi del web!
Annunci Gratuiti Vendita Barche, Motori Nautici, Imbarcazioni e Accessori per la Nautica
libero
Vari
Altri Link Selezionati!
Pesca del Cavedano con il Vivo
Commenta questo Articolo  Vota questo Articolo  Stampa questa Pagina 
Testo di  Gianluca Vannuccini
Fotografie di  Gianluca Vannuccini
Data Pubblicazione  02/04/2004

Come ben saprete il nostro amico Cavedano (vedi figura successiva) è un pesce onnivoro che si nutre anche di piccoli pesciolini.

In questo articolo vi parlerò della pesca al cavedano utilizzando come esca una semplice Alborella (pesce di taglia piccola, molto frequente nei nostri fiumi), di cui è riportata una fotografia di seguito:

Per questa tecnica basterà munirci di una canna bolognese di 5 o 6 metri di lunghezza, lenza madre in bobina dallo 0,12 fino allo 0,16 senza finale, amo a gambo lungo del n° 14 o del n° 16 e un galleggiante a vostra scelta con grammatura minima di 1,5 grammi fino a un massimo di 2,5 grammi. L'unica raccomandazione che vi faccio è di utilizzare un galleggiante che abbia la deriva in legno.

La montatura è facile da realizzare e vi spiegherò subito come si fa.

Basterà utilizzare uno dei galleggianti che ho detto prima e legare l'amo ad una distanza di 40-60 cm dal galleggiante.
Di solito tutte le persone che utilizzano questa tecnica pescano con un galleggiante da 2 o 2,5 grammi, un piombino a 40 cm dall’amo e l’amo stesso innescato con l’alborella.

Io invece il piombino non lo uso perché voglio che i movimenti dell’Alborella siano quasi uguali a quelli di un pesce che “scappa” quando viene inseguito dalla sua preda.

Il galleggiante lo uso solo per vedere dove si trova la mia esca e lo metto con il gambo di legno solo per non far infrenare la lenza con il sughero (ho constatato io stesso che con un galleggiante con la deriva di metallo si infrena più facilmente che con una di legno).
Uso queste grammature di sugheri perché nel caso in cui il pesciolino sia un pò più grosso del normale, in questa maniera almeno il nostro indicatore non andrà a fondo ma resterà sempre a fior d’acqua.

Per quanto riguarda l’innesco dell’Alborella va agganciata nella parte centrale della schiena e non sulle sue labbra.
L'Alborella da utilizzare deve essere preferibilmente di lunghezza dai 5 agli 8 cm (meglio sarebbe una di 6 cm).

Il trucco di questa tecnica consiste essenzialmente nel far muovere la nostra Alborella sul pelo dell’acqua in modo tale che quando tocca la superficie crei una serie di onde circolari, simili a quelle create da una piccola pietra in acqua.
Questa situazione la si realizza facilmente o quando l'Alborella è stanca oppure trattenendo con la canna la lenza, perché in questo modo l'Alborella dal basso tenderà a venire verso l’alto e sarà in quel momento, quando farà oscillare l’acqua, che i Cavedani gli daranno la caccia.
Gli danno la caccia perché sicuramente vedono una loro preda in difficoltà (grazie e a tutto quel movimento creato sulla superficie dell'acqua).

A volte è possibile vedere anche tre o quattro Cavedani che si dirigono verso la superficie per attaccare l'Alborella facendo dei ”tonfi” o “bollate” nell’acqua davvero spettacolari ed è in questi momenti che bisogna prestare la maggiore attenzione.

Presi dall'entusiasmo viene tirata su la canna prima di quanto bisogni aspettare e ci si ritrova solo con la testa dell'alborella.
Un trucco per riuscire a ferrarli è il seguente: quando cominciano a mangiare, lasciate l’archetto del mulinello aperto tenendoci il dito sopra in modo che quando il pesce comincia a tirare noi gli lasciamo la lenza, così lui la mangia, ingoiando perciò anche il nostro amo.
Quando si sente che la lenza parte con decisione allora sarà quello il momento migliore per ferrare e per cominciare la lotta con il “mostruoso” ciprinide.

Attenzione che a volte ci si imbatte in catture anche superiori ai 2 kg, perciò calma e tanta pazienza.
Se avete bisogno di qualche chiarimento mi trovate nel Forum del sito col nick lovefishsampei.
Ciao e alla prossima.
 



Vuoi discutere con altri appassionati di Pesca? Vai sul Forum di HobbyPesca.
Entra a far parte della Community più grande d'Italia, centinaia di persone risponderanno alle tue domande.
Potrai conoscere tanti nuovi amici ed organizzare battute di pesca nella tua regione. Che aspetti! Iscriviti subito!


Copyright © HobbyPesca.com
E' assolutamente vietata la riproduzione, anche parziale, del testo e delle foto presenti in questo articolo, senza il consenso scritto della Redazione e dell'Autore
.

Contenuto non disponibile, Attiva i Cookie di Advertising per visualizzarlo
Contenuto non disponibile
Attiva i Cookie di Advertising
Contenuto non disponibile, Attiva i Cookie di Advertising per visualizzarlo
Contenuto non disponibile
Attiva i Cookie di Advertising
Design, Graphics and Web Site composed 
INGEMATIC Web Management
P.Iva IT 06544030726
I Siti del nostro Network

HobbyPesca.com | HobbyPesca.net | HobbyPescaShop.com
HobbyNautica.it | PescaeRelax.it | TavoleSolunari.com
Copyright © 2002-2019  :: v. release 8.0
Tutti i diritti sono riservati  ::  Riproduzione vietata
Contact Module