LOGO HOBBY PESCA :: Portale dedicato alla Pesca Sportiva in Mare e in Acque Interne, Settore Agonistico e tutte le Risorse legate al Mare
Contenuto non disponibile, Attiva i Cookie di Advertising per visualizzarlo
Contenuto non disponibile
Attiva i Cookie di Advertising
Italian version
English version
Deutsche version
Francaise version
 Utenti On Line Utenti On line 1335   Utenti nel Forum Forum    Fotografie nell'Album Fotografico Album Photos 0   Schede di Pesca in Archivio Schede Pesca 0   Utenti Iscritti al Forum Iscritti Forum 6.347  
  giovedì 22 ottobre 2020      Buongiorno ! Imposta HobbyPesca come HomePage Imposta come HomePage  Aggiungi questo portale alla lista dei tuoi Preferiti Aggiungi ai Preferiti  Segnala questo portale ad un tuo amico che condivide i tuoi stessi interessi e la passione per la pesca sportiva Segnala Sito ad un Amico 
  Torna alla Home Page  Torna Indietro  tecnica :: tecniche pesca :: articoli :: art2 passata acqueinterne Aggiungi HobbyPesca ai Tuoi Siti Preferiti  Segnala questa Pagina ad un Tuo Amico  Segnala Errore in questa Pagina 
 
  Novità :: Servizi e Rubriche
  Link Consigliati
Negozio di Pesca Sportiva, vasto assortimento ai prezzi più bassi del web!
Annunci Gratuiti Vendita Barche, Motori Nautici, Imbarcazioni e Accessori per la Nautica
libero
Vari
Altri Link Selezionati!
Pesca del Barbo in Acque Lente o Veloci di Media Profondità
Commenta questo Articolo  Vota questo Articolo  Stampa questa Pagina 
Testo di  Gianluca Vannuccini
Fotografie di  Gianluca Vannuccini
Data Pubblicazione  15/05/2004
 • Generalità
 • Tecnica Usata
 • Esche e Pasturazione
 • Terminali e Attrezzatura
 • Note e Suggerimenti
GENERALITA'

Innanzi tutto bisogna distinguere almeno due specie di questo facilmente reperibili nelle acque del nostro Paese: il Barbo Comune e il Barbo Canino.
Il Barbo appartiene alla famiglia dei Ciprinidi e come ben sapete è un pesce di fondo.
E’ uno delle poche specie ittiche che ancora ci da molte soddisfazioni nell’azione di pesca.
Il Barbo vive abitualmente in corrispondenza di fondali ghiaiosi e con il suo “musino a punta” fruga nei ciottoli alla ricerca di cibo, come ad esempio i bachi muratori cioè quelli che alla fine del ciclo si trasformano in Effimere di cui ne sono ghiotte le nostre amiche Trote.
Lo si trova in acque, innanzitutto pulite essendo un pesce molto delicato, in cui la corrente è medio forte ma anche in acque lente e piuttosto profonde.

Nella foto un Barbo di 1.5 Kg


TECNICA USATA

Questo pesce lo si può catturare con diverse tecniche ma quella che affronterò in questo articolo è la tecnica di pesca a Passata molto utilizzata dai pescatori di fiume.


ESCHE E PASTURAZIONE

Come esca per insidiare questo ciprinide consiglio di utilizzare i Bigattini nel caso ci siano le Alborelle; sono validissimi anche i Lombrichi e i Dormienti, questi ultimi non sono altro che dei bachi di colore nerastro che si trovano facilmente nei luoghi con un alto tasso di umidità e una ricca vegetazione. Spesso è facile trovarli anche nei nostri giardini sotto i vasi di creta di fiori o piante in genere.
Elemento principale da considerare per la cattura del Barbo è la pasturazione.
Se le Alborelle o la minutaglia abbonda provate a pasturare con i bigattini utilizzando l’apposita colla. Se volete qualche consiglio per un miglior utilizzo di questa colla contattatemi nel Forum)


TERMINALI E ATTREZZATURA

A livello di attrezzatura consiglio l’utilizzo di una Bolognese oppure di una “Barbarina” di 6-7 metri di lunghezza in funzione della larghezza del letto del fiume e soprattutto della distanza della corrente da riva.
La Barbarina, per chi non la conoscesse è una canna fissa trasformata in una bolognese, la cui caratteristica risiede nei passanti aventi diametro molto piccolo.

Ad esempio, nella foto precedente la corrente è situata a circa 5 metri da riva.

Come mulinello, scegliete il vostro preferito perché non esiste, secondo il mio parere, un mulinello particolare per pescare questo ciprinide.

Per quanto riguarda la montatura la si può fare in questa maniera:

  • Galleggiante (il cui peso deve essere scelto in base alla forza della corrente)

  • Lenza madre di diametro variabile tra 0.14 e 0.16

  • Finale lungo almeno 50 cm

  • Torpilla che deve essere posizionata a 15-20 cm dall’amo e di valore proporzionale al galleggiante scelto

  • Piombino per fermare la torpilla

  • Un Amo che va dal numero 16 al 20.


NOTE E SUGGERIMENTI

Per chiarimenti contattatemi nel Forum nella Categoria Filo Diretto con i Collaboratori alla Sezione a mio nome Gianluca Vannuccini (il mio nickname è lovefishsampei).
 



Vuoi discutere con altri appassionati di Pesca? Vai sul Forum di HobbyPesca.
Entra a far parte della Community più grande d'Italia, centinaia di persone risponderanno alle tue domande.
Potrai conoscere tanti nuovi amici ed organizzare battute di pesca nella tua regione. Che aspetti! Iscriviti subito!


Copyright © HobbyPesca.com
E' assolutamente vietata la riproduzione, anche parziale, del testo e delle foto presenti in questo articolo, senza il consenso scritto della Redazione e dell'Autore
.

Contenuto non disponibile, Attiva i Cookie di Advertising per visualizzarlo
Contenuto non disponibile
Attiva i Cookie di Advertising
Contenuto non disponibile, Attiva i Cookie di Advertising per visualizzarlo
Contenuto non disponibile
Attiva i Cookie di Advertising
Design, Graphics and Web Site composed 
INGEMATIC Web Management
P.Iva IT 06544030726
I Siti del nostro Network

HobbyPesca.com | HobbyPesca.net | HobbyPescaShop.com
HobbyNautica.it | PescaeRelax.it | TavoleSolunari.com
Copyright © 2002-2020  :: v. release 8.0
Tutti i diritti sono riservati  ::  Riproduzione vietata
Contact Module