LOGO HOBBY PESCA :: Portale dedicato alla Pesca Sportiva in Mare e in Acque Interne, Settore Agonistico e tutte le Risorse legate al Mare
Contenuto non disponibile, Attiva i Cookie di Advertising per visualizzarlo
Contenuto non disponibile
Attiva i Cookie di Advertising
Italian version
English version
Deutsche version
Francaise version
 Utenti On Line Utenti On line 57   Utenti nel Forum Forum    Fotografie nell'Album Fotografico Album Photos 0   Schede di Pesca in Archivio Schede Pesca 0   Utenti Iscritti al Forum Iscritti Forum 6.347  
  martedì 10 dicembre 2019      Buongiorno ! Imposta HobbyPesca come HomePage Imposta come HomePage  Aggiungi questo portale alla lista dei tuoi Preferiti Aggiungi ai Preferiti  Segnala questo portale ad un tuo amico che condivide i tuoi stessi interessi e la passione per la pesca sportiva Segnala Sito ad un Amico 
  Torna alla Home Page  Torna Indietro  tecnica :: tecniche pesca :: articoli :: art6 spinning Aggiungi HobbyPesca ai Tuoi Siti Preferiti  Segnala questa Pagina ad un Tuo Amico  Segnala Errore in questa Pagina 
 
  Novità :: Servizi e Rubriche
  Link Consigliati
Negozio di Pesca Sportiva, vasto assortimento ai prezzi più bassi del web!
Annunci Gratuiti Vendita Barche, Motori Nautici, Imbarcazioni e Accessori per la Nautica
libero
Vari
Altri Link Selezionati!
Spinning a Tombarelli e Lampughe dalla Spiaggia
Commenta questo Articolo  Vota questo Articolo  Stampa questa Pagina 
Testo di  Vito Rocco Tassone
Fotografie di  Vito Rocco Tassone
Data Pubblicazione  16/09/2009

Soverato, cittadina turistica sul mare Ionio a 35 km dal capoluogo Catanzaro, meta balneare per turisti provenienti da ogni parte d'Italia e del mondo, splendidamente adagiata in una particolare insenatura del Golfo di Squillace, offre ormai da diversi anni una particolare opportunità di pesca: spinning a tonnetti (tombarelli) e caponi (lampughe) dalla riva!

Chi infatti si trova a passeggiare sul lungomare di Soverato nel periodo compreso fra la fine di agosto e la fine di novembre può facilmente assistere ad uno spettacolo particolare: 50 anche 100 pescatori in fila sulla spiaggia intenti a lanciare e recuperare freneticamente i loro artificiali lanciati a molti metri dalla riva.

La prima domanda che un pescatore esperto si pone è: come mai pesci pelagici come tombarelli e lampughe si avvicinano così tanto alla riva?

La risposta è rapida: osservando la carta nautica del tratto di mare antistante la spiaggia di Soverato si può evincere da questa, come il fondale possa scendere ripidissimamente da 3 a 200-250 metri alla breve distanza di poco meno di un miglio dalla riva, quindi, i pesci, probabilmente, non rendendosi conto del rapporto distanza profondità arrivano fin sulla spiaggia all'inseguimento delle loro prede.

La scoperta della tecnica di pesca è attribuita ad alcuni pescatori di aguglie che alla fine degli anni '90 nel recuperare le aguglie catturate, le videro attaccare da lampughe o tombarelli.

Da li fu breve il passo al perfezionamento della tecnica che oggi si esprime nel lanciare un galleggiante piombato (o anche un birillo) di 60-70 o 100 grammi a seconda delle condizioni del tempo e del mare con attaccato un filaccione di 2 metri circa di monofilo del diametro del 35 o 45 a seconda della taglia dei pesci (ad agosto i tombarelli sono piccoli ad ottobre possono raggiungere quasi 2 kg, le lampughe anch'esse hanno dimensioni e peso variabile in virtù del periodo) con un anguilletta artificiale e girella o un polipetto tipo octopus di vario colore ad una distanza fra i 30 e i 60 metri dalla riva, il recupero deve essere velocissimo tanto da emulare i circa 3-4 nodi consigliati dai trainisti con la barca; polsi e braccia a dura prova quindi ed alla ferrata plateale recupero di potenza per rilanciare rapidamente.

L'abilità del pescatore sta soprattutto nella precisione del lancio che non deve essere obliquo ma perpendicolare alla riva per evitare di intralciare l'azione di pesca degli altri trainisti che spesso si trovano quasi gomito a gomito.

Ovviamente non mancano le giornate vuote, ma quando i tonnetti assommano e ciò avviene quasi sempre da ovest verso est si piegano di seguito 20-30 canne e li è spettacolo assicurato che spesso dura anche per delle ore; la medie delle catture in quelle giornate è di 10-20 pesci a persona con picchi molto più alti!

Ma non sono sicuramente i numeri che fanno di questa pesca un vero show, sono i preparativi, le attese (alcuni pescatori dormono in tenda per essere i primi a lanciare alle prime luci dell'alba) e non ultimo il mare pulito, il sole caldo e la spiaggia da incanto che portano alto il nome di Soverato e della terra di Calabria.

Vito Rocco Tassone
 



Vuoi discutere con altri appassionati di Pesca? Vai sul Forum di HobbyPesca.
Entra a far parte della Community più grande d'Italia, centinaia di persone risponderanno alle tue domande.
Potrai conoscere tanti nuovi amici ed organizzare battute di pesca nella tua regione. Che aspetti! Iscriviti subito!


Copyright © HobbyPesca.com
E' assolutamente vietata la riproduzione, anche parziale, del testo e delle foto presenti in questo articolo, senza il consenso scritto della Redazione e dell'Autore
.

Contenuto non disponibile, Attiva i Cookie di Advertising per visualizzarlo
Contenuto non disponibile
Attiva i Cookie di Advertising
Contenuto non disponibile, Attiva i Cookie di Advertising per visualizzarlo
Contenuto non disponibile
Attiva i Cookie di Advertising
Design, Graphics and Web Site composed 
INGEMATIC Web Management
P.Iva IT 06544030726
I Siti del nostro Network

HobbyPesca.com | HobbyPesca.net | HobbyPescaShop.com
HobbyNautica.it | PescaeRelax.it | TavoleSolunari.com
Copyright © 2002-2019  :: v. release 8.0
Tutti i diritti sono riservati  ::  Riproduzione vietata
Contact Module